La Traba, sotto la terra continuano a crescere i semi

Agosto.
Il mese dell’attesa del rientro dei vacanzieri, dei buoni propositi per l’anno nuovo (che tanto l’anno inizia a Settembre e mai a Gennaio), dei consigli per il caldo al TG, dei cani abbandonati in autostrada e, a casa mia, della batteria, le Peroni e le “nocelle” in terrazzo con gli amici di mio fratello. E dei fuochi il 16 Agosto.

E degli sgomberi.

A Milano del CSOA Lambretta, a Bologna dell’Hobo e a Madrid del Csoa La Traba, sette anni di occupazione e lotta nel quartiere di Arganzuela.

La polizia è arrivata presto nel quartiere, ha circondato la zona e, senza nessun preavviso né notifica, ha iniziato a distruggerlo.

Gli e le occupanti della Traba erano già riusciti lo scorso 22 Luglio a far rinviare lo sgombero e sostengono che proprio per questo motivo, questa volta, la polizia ha agito di soppiatto.

Come se non bastasse, negli stessi giorni, è stato occupato uno spazio chiamato “Hogar Social”, da giovani appartenenti all’estrema destra, vicini all’MSR (Movimento Sociale Repubblicano). Nel comunicato dichiarano di aver occupato questo spazio per realizzare “attività ludiche, sociali e culturali e dar rifugio agli spagnoli più bisognosi”. In un quartiere in cui è presente molta immigrazione.

La Traba, e le sue idee di antifascismo, antirazzismo ed anticapitalismo, la sua capacità di “costruire reti” e far crescere i movimenti, è scomoda, anzi preoccupante. E va sgomberata.

Quello che resta sotto le macerie è uno skate-park, uno studio di registrazione, la sala concerti, la palestra, il teatro oltre a tutto il materiale, dato che la polizia non ha permesso l’ingresso a nessuno.

Quello che le ruspe non possono distruggere sono il lavoro politico fatto nel e con il quartiere negli ultimi sette anni, la determinazione ed il movimento popolare che sono riuscitx a costruire. Grande, infatti, la partecipazione del quartiere ma anche degli altri spazi sociali della città, alla manifestazione convocata per la sera stessa dello sgombero.

“Vogliono sotterrarci”, scrivono da La Traba, “ma non sanno che siamo semi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...