Il dado

Se l’ara è spazio ed, al tempo stesso, tempo, il Salar è la sospensione di entrambi, oppure è pienospazio e pieno tempo. Ogni spazio ed ogni tempo qui si incontrano e possono finalmente fermarsi ed essere. Se il tempo non è una retta lineare né un circolo, se è uno e mille, il Salar è la somma di tutti gli spazi, di tutti i tempi. Per chi vive in conflitto con il tempo che passa rapido ma non basta mai, per coloro i quali lo spazio è ogni volta nuovo luogo di semina ed al tempo stesso teatro di nomadismo, è come trovare la casa del tempo e dello spazio, dove vivono tutti i tempi e gli spazi incontrati e che potenzialmente, o realmente, si incontreranno. Non è mai troppo tardi, o troppo presto, non è mai lontano ed è subito casualmente ed inevitabilmente vicino. Da nessun’altra parte sarebbe possibile, solo qui tutto è possibile. E questa sospensione e compresenza del tempo e dello spazio fa sì che tutto rimanga qui e che tutto venga via con noi. Probabilmente non ci incontremo mai più, ma c’è un dado da tirare ed il gioco continua. Ma il Salar e i nostri occhi, i nostri sorrisi, sono nel movimento nel dado, nelle sue rotazioni, nell’istante in cui rimane in bilico e poi cade, svelando il suo gioco. E non ci siamo già più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...